Bella Addormentata

Bella Addormentata

Tanto tempo fa, un re e una regina vivevano in un certo regno, che con tutto il cuore volevano un figlio. Così quando dopo molti anni nacque loro una figlia, hanno fatto un battesimo meraviglioso. Il re ordinò ai suoi scrittori, mandare inviti a re e principi dei paesi vicini. La regina invitò sei fate a venire a Kumas. Nella grande camera del castello, i tavoli erano pieni di cibi e bevande deliziosi.

Musicisti reali, acrobati e giocolieri hanno intrattenuto gli ospiti. Quando la festa è finita, gli ospiti iniziarono ad offrire i loro doni alla principessa accanto alla ninna nanna. Sono arrivate anche le fate. È stata la prima a farle gli auguri, che potesse essere gentile come un angelo, l'altro le dava una voce slava, il terzo è un talento per la musica e la danza, quarto cigno con grazia, Ore 5 con la bellezza di una giornata estiva e...

Improvvisamente la porta si spalancò e la settima fata entrò nella stanza. Era brutta, vecchio e terribilmente arrabbiato, che si sono dimenticati di invitarla al battesimo. Non salutare nessuno, andò velocemente alla culla e con voce terribile maledisse la principessa:
– Quando hai quindici anni, ti pungi il dito con il fuso e muori! Questo è il mio regalo per te!
Un terribile silenzio è sceso nella stanza. Dopo un po', però, la sesta fata parlò, che non ha ancora donato nulla alla sua figlioccia:
– purtroppo, Non ho così tanto potere, per invertire completamente l'incantesimo malvagio lanciato sulla principessa, tuttavia, posso ridurre i suoi effetti negativi. Certo, la principessa si trafigge il dito con un fuso, ma non morirà! Cadrà solo in un sonno profondo, che durerà cento anni.

Il re era molto terrorizzato. Il giorno dopo ha ordinato, che tutte le bobine in tutto il regno siano distrutte e pubblicamente bruciate. pensava, che così rinunciarono al pericolo che minacciava sua figlia. Gli anni sono passati. La principessa è cresciuta sana e la sua bellezza è cresciuta con il passare degli anni, Motivo, umorismo e spirito. Un giorno quando ha compiuto quindici anni, girovagando per il castello, raggiunse la sommità di un'alta torre. Ed eccola qui in piedi davanti a una porta, in cui c'era una chiave d'oro. La principessa ha aperto la porta. Una vecchia sedeva al centro della stanza, girando su una ruota che gira spinning, e il fuso girava veloce e canticchiava allegramente. Una principessa curiosa, che non aveva mai visto una bobina prima, lei corse dalla vecchia. Ma ha appena toccato il fuso, si punse un dito e si addormentò subito. La vecchia seduta al rullo - che in realtà era una settima fata maliziosa - scoppiò in una risata orribile e... scomparve.

La terribile risata della strega echeggiò per tutto il castello. I soldati reali lo sentirono e si affrettarono a salvare la principessa. purtroppo, non potevano più aiutarla! Il re, con le lacrime agli occhi, adagiò la principessa su un comodo letto. Presto anche il re, Regina, cortigiani, cuochi, guardie al cancello, lokaje, ministri, piccioni sul tetto, cavalli nella stalla, gatti, cani sui topi - anche tutti nel castello si sono tuffati nel profondo, sogno centenario. Passarono gli anni e intorno al castello crebbe una siepe di rovi, biancospini e alberi. Era così denso, che nessuno - non una bestia, nessuno dei due potrebbe sfondarlo. Insieme alla siepe è cresciuta anche la leggenda della Bella Addormentata nel bosco. Molte persone giovani, i principi coraggiosi hanno cercato di disincantare la principessa, ma i cespugli taglienti li feriscono senza pietà, ed è successo, che molti temerari sono morti.

Sono passati cento anni. Un giorno un giovane principe di un paese vicino stava cacciando con i suoi compagni nella foresta vicino al castello. Ha visto oltre le cime degli alberi credo, dove sventolavano bandiere frastagliate.
– Cosa sono queste torri che puoi vedere, lontano? – chiese il vecchio, che ha passato il sentiero attraverso la foresta.
Questo vecchio ha sentito la storia della Bella Addormentata nel bosco da suo nonno. Così disse al principe, che una bella principessa dorme da cent'anni nel castello incantato, chi sta aspettando, finché il giovane principe non la sveglia. Indipendentemente dagli avvertimenti dei cacciatori, il principe partì verso la foresta di spine. Non ha nemmeno dovuto sguainare la spada, per spianare la mia strada, perché a poco a poco il boschetto si ritirava dietro di lui. Così raggiunse senza problemi il cortile del castello.

C'era un terribile silenzio tutto intorno. Il suono dei suoi passi echeggiò nei corridoi del castello e nelle camere polverose. In giro per il castello, il principe sbalordito trovò dappertutto persone addormentate coperte di ragnatele. Il suo cuore batteva come un martello. Sempre più terrorizzato, voleva fuggire il più lontano possibile da questo pieno di terrore, punto cieco, quando improvvisamente in una camera d'oro, su un letto magnifico vide la Bella Addormentata.

Incantato dalla sua bellezza, il giovane principe si chinò e la baciò dolcemente sulle labbra. Allora la principessa aprì gli occhi e chiamò: finalmente sei arrivato, Principe?! Sembra, che ho dormito a lungo! E in quel momento, il malefico incantesimo centenario aveva perso il suo potere.

All'improvviso anche l'intero castello si svegliò. C'era un ronzio e voci allegre ovunque. I cani abbaiano in cortile, gli uccelli cominciarono a cantare, Le campane hanno suonato. Il re e la regina abbracciarono e baciarono la loro figlia, versando lacrime di gioia. Sapendo, che i giovani si sono innamorati a prima vista, il re diede loro un matrimonio chiassoso quello stesso giorno. Presto la giovane coppia partì per il paese del principe, dove visse per sempre felici e contenti.

Lo consigliamo in particolare Disegni da colorare con principesse.